SEGUICI
 

Cos’è il FabLab

Il Verona FabLab in un #tweet

” Un luogo di incontro per aziende, scuole e makers per un’ Italia che vuole tornare ad #innovare; un’officina aperta dove far nascere progetti innovativi e nuove professionalità “

COSA FACCIAMO

Il Verona FabLab opera e opererà sempre più coinvolgendo persone, scuole, associazioni ed enti del territorio con lo scopo specifico di:

  • dare la possibilità a tutti di sviluppare i propri progetti e prototipi;
  • offrire formazione tecnica per la creazione di nuove figure professionali
  • aiutare il reinserimento lavorativo mediante riqualificazione delle competenze
  • creare sinergie di rete tra i soggetti coinvolti
  • favorire la nascita sul territorio di nuove startup e iniziative imprenditoriali.

LO STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE e
I NOSTRI FOUNDERS

“L’associazione Verona FabLab persegue fini di promozione della Fabbricazione Digitale e del Design condiviso, dell’Hardware e del Software Libero, dello Sviluppo Sostenibile, a vantaggio degli associati e di terzi…”

 

Tantissime le aziende, gli enti e i privati che hanno creduto nel nostro progetto e hanno deciso di diventarne fondatori. La risposta che abbiamo avuto dal territorio, ci ha dato una grossa spinta per la partenza iniziale.

Statuto dell’Associazione Verona FabLab

LA NOSTRA STORIA

Grazie al sostegno degli imprenditori dell’associazione Innoval, a fine 2013 sono partiti i lavori di ristrutturazione della prima sede del Verona FabLab, in provincia di Verona a Grezzana.

Ecco le tappe principali della nostra storia:

  • Fine 2013, inizio lavori;
  • 25 maggio 2014: Inaugurazione con oltre 100 fondatori tra aziende e privati;
  • 5 giugno 2015: Il Verona FabLab è tra i 18 laboratori finanziati dalla regione veneto #adveneto;
  • 24 giugno 2015: Il Verona FabLab diventa associazione riconosciuta a livello regionale;
  • 22 ottobre 2015: apre una seconda sede in centro città presso gli spazi di Lino’s & Co.

DA DOVE NASCONO I FABLAB

Il modello è nato dall’intuizione di un famoso inventore e scienziato, Neil Gershenfeld insegnante presso il prestigioso MIT degli Stati Uniti. La sua idea era semplice: il passaggio da personal computer a personal fabricator, un luogo che potesse fornire conoscenze, competenze, materiali avanzati e strumenti tecnologici al servizio di imprenditori, studenti, artisti, artigiani e piccole imprese.
Offrire quindi la possibilità a coloro che volessero creare qualcosa di nuovo e su misura, di poterlo fare a basso costo e in modo personalizzato in un luogo vicino a casa.

Il manifesto internazionale dei FabLab: La Fab Charter